Le ragioni della glock.

TiramifuoriTiramifuoriTiramifuori.

glock

 

 

Torniamo a casa e sono come al solito sotto la giacca e sotto il giaccone pesante che Rodolfo usa quando prende lo scooter. Li sentiamo dietro di noi quando chiudiamo il cancello di casa. Sono tre. Hanno i passamontagna in testa, a coprirgli la faccia. Non fanno neppure lo sforzo di inventarsi una scusa. A che servirebbe? Sono ladri. TIRAMI FUORI!

passamontagna_bk

Invece Rodolfo ci parla, con questi tizi. Ci parla! Bla bla e bla. E li accompagna di sopra. Casa nostra, cioè. Tutta pulita e tutta in calda. Ma dico io, sembra il caso di parlarci? Che cosa vuoi che ti dicano, poi? Cerchiamosoloquelcheciserve. Bastachecidaiisoldi. Dovestalacassaforte.

Cose così.

Nessuna fantasia.

Quando siamo in cucina mi toccano. Senza riconoscermi. A dire il vero toccano Rodolfo, prima di permettergli di levarsi il giaccone da moto. Lo toccano e toccano anche me, ma tra l’imbottitura e il resto non mi hanno riconosciuto. Bene! Tirami fuori, allora! Tirami fuori!

Invece Rodolfo aspetta. Ha sua moglie di fianco. Sua figlia. Questi tre tizi che girano per casa. Non è che veda bene da dove sono, sotto la giacca, ma sentire sento. Chiedono. Dovestaquesto. Dovetieniquello. Sochehaqueell’altro. Prendono possesso della casa. La cassaforte. Le stanze di sopra. Il sottoscala dove stanno le altre ragazze. Rodolfo non è un amante occasionale, per noi. O uno di quelli che ci compra di fretta perché qualcuno gli ha rubato in negozio. Lui no. Ci colleziona. Siamo un po’, in giro per la casa. In cassaforte. Da basso. Nella giacca.

Come va là fuori? Cosa sono queste urla? Questi scossoni? Chi spinge? Ehi, non scherziamo… Non mi piace quel tono di minaccia. Non mi piace nulla, al momento, ma questo tono di minaccia meno del resto. Trami fuori, basta!

Rodolfo parla a sua moglie. A sua figlia. Tuttoaposto, dice. Sento che indica. Che parla con calma a questi tizi. Prendeteeandatevene. Avetetuttoandate. Nonc’èaltroandate. Ma loro non vanno. Chiedono ancora. Minacciano. Minacciano! Min…

Bang. Bang. Bang.

Dico tre cose io, e cambia tutto.

Tre di numero.

Tre, ma vanno a fondo. Che uno ci rimane sotto.

Rodolfo, dovevi tirarmi fuori prima, cazzo.
O non tirarmi fuori affatto.

Parlo sempre troppo, quando mi tiri fuori.

 

_____________________________________________________

24 Novembre 2015 – Un gioiellieri di Rodano spara e uccide uno dei tre banditi che erano entrati in casa sua per rapinarlo. Legittima difesa. Il morto era un ergastolano di origine albanese, evaso due volte di prigione.