Una stanza

Nude proprietà. Altrui

Che mestiere è entrare nelle case altrui?
Il suo.

Alan Maglio
Alan Maglio garage-punk. Le foto collegate a questo post sono di sua (nuda?) proprietà.

Alan Maglio l’ho conosciuto per caso che più per caso non si può. Tipo che a un certo punto era nella mia classe. Ma non per fare l’allievo: per fare foto. A me quando fanno le foto viene sempre da guardare in su. “Abbà, abbà…” eccetera. Sindrome messianica, da martirio. Oppure cerco inconsciamente di far vedere il mio lato migliore: la barba.

Alan forse l’ha notata questa cosa e per farmi una foto dritta mi è proprio venuto a conoscere. Dopo un po’ che parlavamo ho capito che il suo mestiere è entrare nelle case altrui. Quando sono vuote. E quando stanno cercando di venderle. Figata: uno squatter. Invece no: se avete cercato di trasferirvi tra Lambrate e il Giambellino negli ultimi mesi avrete visto senza saperlo un sacco di sue foto. Nei siti delle agenzie immobiliari. Sì, fa il fotografo.

Alan di mestiere rende le case belle. Almeno nelle foto. In pratica un make-up artist per letti, piastrelle e intonachi. Viene fuori che con le case sviluppa delle storie personali, intime, avventurose, visto che per un po’ diventano case sue. Così le foto le usa per progetti come questo, che si chiama “Nuda Proprietà”. Che è più figo di “fare lo squatter”.

Guardatevele, le foto. A un certo punto ce n’è una con le cornici per terra, appoggiate un po’ alla rinfusa in una stanza. Pure questa è una figata, ho pensato, perché fa un po’ prepararsi allo squatting. E allora mi è venuto di scrivere così…

C’è un corridoio di moquette marrone con la cassettiera per gli asciugamani. A passarci mi sembrava vuoto ma non lo so se lo dico adesso perché so cos’è successo o se davvero mi era sembrato così. È tre passi dalla cucina alla camera. Un attimo. […]
Scarica e leggi qui sotto